Perchè usare l’idropulsore?

Sono in tanti gli utilizzatori di idropulsori per l’igiene orale quotidiana, un apparecchio che accompagna il lavoro dello spazzolino elettrico nella rimozione di placca e tartaro da denti e gengive, andando a migliorare la loro salute mediante un’azione massaggiante.

Tale azione è in grado di attivare gli effetti benefici della circolazione sanguigna sull’intero manto gengivale. sul mercato ci sono kit integrati, spazzolini elettrici con idropulsore incluso o soltanto l’ irrigatore da comprare a parte. Sul sito www.guidaspazzolinoelettrico.it una guida importante.

Scegliere di usare l’Idropulsore oppure il filo interdentale?
Tante persone ritengono che sia indifferente usare idropulsore oppure filo interdentale per la rimozione della placca e del tartaro in seguito al lavaggio dei denti, i due strumenti hanno peculiarità e diversità decisive. Se l’idropulsore è perfetto in special modo per chi ha un apparecchio ortodontico, così potrà ottenere un’ottima perfetta pulizia evitando di rovinare fili e parti meccaniche  che sono presenti nel cavo orale, è pur vero che soltanto lo sfregamento dato dal filo interdentale è capace di rimuovere la placca più tenace.

Per tale ragione, i dentisti consigliano di usare sia il filo interdentale che l’idropulsore, oppure almeno con una corretta alternanza in base agli specifici bisogni nella propria igiene orale.

Anche chi è affetto da gengive sensibili potrebbe preferire l’idropulsore al filo interdentale, andando ad evitare così dolori e sanguinamenti, resta comunque importante l’accortezza in tal caso di indirizzare il getto d’acqua in modalità corretta, andando a creare un angolo acuto rispetto alla gengiva, perchè viceversa si rischierebbe di andare ad alimentare gonfiori e irritazioni.

Prima di analizzare il costo degli idropulsori e le diverse fasce di prezzo, è consigliabile ricordare come e in che modalità il fattore costo inciderebbe sulla qualità dell’apparecchio: poter scegliere un modello maggiormente economico non  vuol dire avere un prodotto di poca efficienza.

difatti, molto spesso la differenza è data dall’implementazione di maggiori accessori, quindi la scelta fra un irrigatore dentale di medio-alta fascia e uno più economico è legato alle esigenze personali e al tipo di uso che occorre fare di tale strumento. Dunque, un idropulsore economico sarà la scelta idonea se si intende usarlo in alternativa al filo interdentale, viceversa per chi ha un apparecchio ortodontico o se si intende condividere l’apparecchio con vari membri della famiglia, sarà meglio acquistare un prodotto con tanti ugelli diversi, che deriverà un costo maggiore.

Quando si parla in particolare di idropulsori di fascia economica si fa riferimento a prodotti che hanno un range di costo di circa 30 euro, ed hanno  meno opzioni a differenza dei modelli di prezzo più elevato, sia nel tipo di getto, che nel numero e nel tipo di ugelli.