Quali sono le caratteristiche che contraddistinguono un buon frigorifero

Un frigorifero è un elettrodomestico che non può mancare nelle case di oggi anche se in passato era considerato un lusso, anzi uno status symbol di una vita agiata faticosamente conquistata. Oggi sono talmente tanti i modelli di frigorifero presenti in commercio che per chi desidera acquistarne uno, la scelta si fa complicata, e non poco. Per cui il consiglio è di non lanciarvi in una ricerca fatta a caso ma leggete con attenzione questo sito che vi fornisce moltissime informazioni che vi aiuteranno per una scelta consapevole.

Quali sono però le caratteristiche tali da farci considerare un frigorifero di buon livello?
Le principali da considerare in fase di acquisto sono anzitutto la capienza che indica quanto può contenere un frigorifero in rapporto alle persone che lo usano: ad una persona bastano 100-150 litri, per 2-4 persone dai 220 ai 280 litri. Altra voce da considerare sono i consumi che oltre alla classe, vanno indicati sull’etichetta unitamente al dato del consumo elettrico (in KWh). Non trascurate poi la “rumorosità”  ovvero i decibel che devono essere riportati in etichetta e non devono superare valori previsti per legge. Deve essere no frost per evitare che si formi ghiaccio sulle pareti e mantenere la temperatura uniforme. Infine il termostato meglio se un paio, quando il frigo ha anche il congelatore.

Quando si parla di frigorifero, bisogna valutare la sicurezza alimentare e il rispetto di alcune norme di legge che garantiscano il corretto ciclo del freddo. La garanzia arriva da un corpo di leggi e regolamenti nazionali ed europei.
Ad esempio la ISO 9001:2008 affronta nello specifico il controllo della temperatura; il DDL 93/2007 che attua la direttiva CE 2004/41 si riferisce alla sicurezza alimentare e alle norme sulla conservazione tramite freddo; e poi l’HACCP che prevede sanzioni per chi non rispetta il controllo delle temperature.
In particolare, tra le procedure previste dall’HACCP troviamo indicati la pulizia e igiene dei locali, attrezzature e mezzi di trasporto, il rispetto delle temperature in relazione ai diversi alimenti e il rispetto dei limiti critici prestabiliti dalle normative.